Materiali

Home / Materiali / Cabreuva

Faggio

ZONA GEOGRAFICA DI CRESCITA:
Il faggio ha una vasto areale che si estende a quasi tutta l’Europa sino al Caucaso e all’Asia occidentale. In Italia è presente sia sulle Alpi, sia sull’Appennino. Il limite altitudinale si aggira sui 1200-1400 metri, mentre sull’Appennino si può ritrovare fino ai 2000 metri. In particolari stazioni il faggio è presente a quote basse che si aggirano intorno ai 400-500 metri sulle Prealpi e 600 m circa in alcune aree appenniniche. Soprattutto sull’Appennino il faggio domina con formazioni pure la zona fitoclimatica del Fagetum che da esso prende il nome.
ASPETTO E CARATTERISTICHE:
Colore: Bianco tendente al rosato; Tessitura: fine e uniforme; Fibratura: dritta; Peso specifico medio: 680 KG/mc; Nervosità: scarsa; Durezza: media; Durabilità: medio bassa; Fissibilità: bassa;
COMPORTAMENTO DEL LEGNO:
Taglio: buono; Chiodatura: generalmente agevole; Incollaggio: non presenta particolari difficoltà; Levigatura: buon risultato finale; Verniciatura: nessuna difficoltà ottimo risultato
UTILIZZAZIONI:
viene impiegato per usi svariati in falegnameria, viene inoltre tranciato e sfogliato, utilizzato nell’industria della carta, per pannelli di fibre e particelle, per pannelli lamellari e di legno massiccio ricostituito. Ottimo come combustibile.